Note
I messaggi inviati rappresentano solo ed esclusivamente il punto di vista del mittente .
Sono di sua esclusiva proprietà .
Tutto ciò che è pubblicato non rappresenta mai il punto di vista degli amministratori .
Si diffida pertanto a ritenere il contenuto del Guestbook come ciò "che dicono" , "che scrivono" , "che pensano " , gli amministratori .
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?
Registrati ora!

XF Guestbook

>> Firma il Guestbook <<  
Il Guestbook ha 98 messaggi

Uomo(Uomini)
Uomo(Uomini)

79 messaggio(i)
Donna(Donne)
Donna(Donne)

19 messaggio(i)
 



 Continua ...
       

« 1 2 3 4 (5)

18 26/10/2008 VERGOGNA
VERGOGNA 
ITALY


La crisi c'è e si fa sentire !!
Gli ultimi dati dicono che la gente chiede prestiti per Mangiare , perchè non arriva a fine mese , in vertiginoso aumento +50% (RISPETTO AL 2007)la richiesta del prestito di 1/5 dello stipendio .Per non parlare dei pignoramenti per chi, accesso un mutuo ,è in insolvenza !
Lo stato allora dove è ? E' impegnato a proteggere l'elite , le banche a versare soldi pubblici , milioni , nelle tasche di quegli speculatori che mandano sul lastrico milioni di famiglie , con la scusa:" difendiamo i vostri interessi ?! " Ma gli interessi di chi ?!Chi ha qualche spicciolo ,messo da parte con sacrifici ,lo conserva alla posta , non alla banca , alla banca vi sono solo industriali e chi fa movimenti (pochissime persone rispetto alla totalità) !
Le banche hanno poi il capitale sociale , è bene che falliscono ...i piccoli risparmiatori , se ci sono non perderebbero nulla !!

E' UNA VERGOGNA !!!!!!!!!!!!

Ma davvero avevamo bisogni di questi signori al governo ?!
Da un sondaggio della CGIL risulta che tra i suoi iscritti il primo partito è Forza Italia !
Siamo al ridicolo o è solo IGNORANZA ?
La colpa a mio parere è tutta delle SINISTRE(centro&estrema) , incapaci di ascoltare la gente e divenuti anche loro sudditi di Berlusconi , perchè impegnati a seguirlo !

E poi ....da wikipedia leggo : Renato Brunetta ha collaborato, in qualità di consigliere economico, con i governi Craxi I e Craxi II .........Santo Debito Pubblico....


17 26/10/2008 Infiltrare provocatori tra gli studenti
Ki? 
ITALY


Giovedì, 23 ottobre 2008
I consigli di Cossiga: infiltrare tra gli studenti agenti provocatori pronti a tutto
Ho conosciuto personalmente Cossiga quando era presidente della Repubblica. Eravamo a Milano, era il 1994, all’Ispi, durante una presentazione. Arrivò con un’aria euforica, l’aria di chi con evidenza sta facendo un uso spinto di psicofarmaci. L’occhio spiritato mal nascosto dalle lenti presidenziali denunciava uno stato d’animo che mal si confaceva con l’occasione, molto istituzionale. Ricordo che il compianto Carlo Maria Santoro, che allora aveva un incarico all’Ispi e prendeva la cosa molto sul serio, era in grande imbarazzo alle battute del presidente.

A distanza di molti anni, quindi, non mi stupisce più di tanto l’intervista rilasciata da Cossiga a proposito dei manganelli in scuole e università.

Ma un po’ mi stupisce, e credo dovrebbe stupire tutti. Anche perché c’è il rischio che l’attuale governo prenda molto sul serio i suoi suggerimenti.

Presidente Cossiga, pensa che minacciando l'uso della forza pubblica contro gli studenti Berlusconi abbia esagerato?

«Dipende, se ritiene d'essere il presidente del Consiglio di uno Stato forte, no, ha fatto benissimo. Ma poiché è l'Italia è uno Stato debole, e all'opposizione non c'è il granitito Pci ma l'evanescente Pd, temo che alle parole non seguiranno i fatti e che quindi Berlusconi farà quantomeno una figuraccia».

Quali fatti dovrebbero seguire?

«A questo punto, Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno».

Ossia?

«In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito...».

Gli universitari, invece?

«Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città».

Dopo di che?

«Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri».

Nel senso che...

«Nel senso che le forze dell'ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano».

Anche i docenti?

«Soprattutto i docenti. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Si rende conto della gravità di quello che sta succedendo? Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!».

E lei si rende conto di quel che direbbero in Europa dopo una cura del genere? «In Italia torna il fascismo», direbbero.

«Balle, questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l'incendio».

Quale incendio?

«Non esagero, credo davvero che il terrorismo tornerà ad insanguinare le strade di questo Paese. E non vorrei che ci si dimenticasse che le Brigate Rosse non sono nate nelle fabbriche ma nelle università. E che gli slogan che usavano li avevano usati prima di loro il Movimento studentesco e la sinistra sindacale».

E' dunque possibile che la storia si ripeta?

«Non è possibile, è probabile. Per questo dico: non dimentichiamo che le Br nacquero perché il fuoco non fu spento per tempo».

Il Pd di Veltroni è dalla parte dei manifestanti.

«Mah, guardi, francamente io Veltroni che va in piazza col rischio di prendersi le botte non ce lo vedo. Lo vedo meglio in un club esclusivo di Chicago ad applaudire Obama...».

Non andrà in piazza con un bastone, certo, ma politicamente...

«Politicamente, sta facendo lo stesso errore che fece il Pci all'inizio della contestazione: fece da sponda al movimento illudendosi di controllarlo, ma quando, com'era logico, nel mirino finirono anche loro cambiarono radicalmente registro. La cosiddetta linea della fermezza applicata da Andreotti, da Zaccagnini e da me, era stato Berlinguer a volerla... Ma oggi c'è il Pd, un ectoplasma guidato da un ectoplasma. Ed è anche per questo che Berlusconi farebbe bene ad essere più prudente».

Tratto da: zuccapelata


[Fonte: Intervista di Andrea Cangini per «Quotidiano nazionale»]


16 25/10/2008 Quel .... di Brunetta
Un precario 
ITALY


Replica a Brunetta

Il precariato

<object width="425" height="344">
<param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/WFLXgvqE7Nc&rel=0&color1=0xb1b1b1&color2=0xcfcfcf&fs=1">
</param>
<param name="allowFullScreen" value="true">
</param>
<embed src="http://www.youtube.com/v/WFLXgvqE7Nc&rel=0&color1=0xb1b1b1&color2=0xcfcfcf&fs=1" type="application/x-shockwave-flash" allowfullscreen="true" width="425" height="344">
</embed></object>

http://www.youtube.com/watch?v=WFLXgvqE7Nc


15 25/10/2008 DITTATURA LARVATA
ATTENZIONE 
ITALY


Piero Calamandrei
discorso pronunciato al III Congresso in difesa della Scuola nazionale a Roma l'11 febbraio 1950


"Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza.
Non vuol fare la marcia su Roma e trasformare l'aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura. Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno il difetto di essere imparziali.
C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata. Allora, il partito dominante segue un'altra strada (è tutta un'ipotesi teorica, intendiamoci).
Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di privilegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole, perché in fondo sono migliori si dice di quelle di Stato.
E magari si danno dei premi, come ora vi dirò, o si propone di dare dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A "quelle" scuole private. Gli esami sono piu' facili, si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola privilegiata. Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di Stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di Stato per dare la prevalenza alle sue scuole private.
Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tener d'occhio i cuochi di questa bassa cucina. L'operazione si fa in tre modi: ve l'ho già detto: rovinare le scuole di Stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto. Dare alle scuole private denaro pubblico[.....]"


Parole di un sessantennio fa , ma di TERRIBILE ATTUALITA ' !!!


14 25/10/2008 Scuole Campane a rischio chiusura
admin 
Invia un email a %s Visita il sito web
ITALY

Webmaster

Guarda l'elenco delle Scuole Campane a rischio chiusura e/o ridimensionamento .


Note del webmaster: Clicca sulla scritta per vedere la lista delle scuole


13 25/10/2008 avvisi ai naviganti
bella 
ITALY


... troppo bella ...


12 24/10/2008 ...per logica...
pensiero 
ITALY


Io non so più cosa pensare onestamente ! Non so in che modo la gente pensa , non so come si faccia a scegliere il male !
Il discorso ovviamente è molto semplicistico , perchè ci vorrebberò ben più pagine e tempo per esaurirlo almeno parzialmente . Ho sempre pensato che la politica fosse rappresentanza , per lo meno interesse !!
Individuo nel "mio politico" , colui che voto per andare in parlamento , un secondo me stesso .
In questo modello di inquadramento è allora che entrano i dubbi...
Quanti ricchi siamo in Italia , quanti operai , quanti impiegati , quanti insegnanti , quanti....quanti insomma non imprenditori ?!
Non riesco a darmi una risposta , o meglio adottando , in prestito , ovviamente qualche semplice operazione numerica , fatta con la calcolatrice , unendo dati ufficiali .... i non ricchi in Italia sono ampiamente la maggioranza !
Allora cosa accade , perchè i torni non contano ?! Sembrerebbe abbastanza semplice , già , avevo dimenticato , in politica contano anche gli ideali , guai a toccarli ! Ma che sono sti ideali .... danno da mangiare , o sono solo un mezzuccio per portare il voto dove e come si vuole influenzando le menti più "sensibili" ?!
Possibile che un "ANIMALE RAZIONALE" come l'uomo si lasci abbindolare così ?! è così sadomasochista , che per una cosa "aleatoria =ideale" , è incline alla sofferenza ed al danno ?!
Ho difficoltà ad entrare in questo ordine di idee...faccio fatica "LOGICA" a capire.....
Ma se a destra allora non ho nessuno che mi rappresenti ed a sinistra amano parlare con i ricchi pensando così di diventarlo anche loro....
Io che faccio ?!...........S C I O P E R O - S C I O P E R O



11 24/10/2008 ..riflessione..
Admin 
ITALY


Sul sito islamico integralista al-Hesbah
E Al Qaeda appoggia McCain


Un nuovo attacco agli Usa potrebbe favorire il repubblicano interventista. E fare il gioco dei terroristi


WASHINGTON – Qualche osservatore ha rilevato che solo un grave attacco terroristico qaedista potrebbe dare una mano alla campagna repubblicana. La famosa o temuta October Surprise, la sorpresa di ottobre. E ricordano come nel 2004 Osama apparve con un video a pochi giorni dal voto per le presidenziali rivolgendosi all’opinione pubblica Usa. Oggi il dibattito è però più complesso e confuso.

MEGLIO McCAIN - Sul sito al-Hesbah, vicino agli ambienti integralisti, sono apparsi alcuni interventi che dicono in sintesi: Al Qaeda dovrebbe sostenere una vittoria di McCain in modo che gli «Stati Uniti continuino con la politica fallimentare del suo predecessore (George Bush, ndr)». Un nuovo attacco, ha aggiunto un altro «commentatore», potrebbe fare il nostro gioco. Un gioco neppure troppo mascherato. Osama ha sempre sostenuto di aver voluto scatenare con l’11 settembre un intervento americano in Medio Oriente in modo da provocare una reazione spontanea e violenta da parte dei musulmani. I messaggi su al-Hesbah – riportati dal Washington Post – hanno suscitato immediati commenti da parte dei collaboratori di McCain. Che hanno ribadito: «Quali che siano le frasi scelte dal giornale, l’unico fatto vero è che solo McCain ha le capacità di guidare il Paese in guerra». Un’affermazione che in qualche modo coincide con il «parere» dei qaedisti. Con una precisazione.

DISCUSSIONE - Al sito si accede solo con una password, ma non c'è alcun modo di verificare chi siano gli autori e quanto riflettano un'idea generale nell'arena jihadista. Negli scorsi mesi non pochi analisti si sono divisi sul tema: «Quale è il candidato ideale per Al Qaeda?». E i giudizi hanno risentito ovviamente delle loro affiliazioni. I repubblicani dicono: McCain è un combattente, Obama invece è più morbido, dunque eleggendo un democratico faremo una cortesia ai terroristi. Gli avversari replicano: un interventista repubblicano a tutto campo è il nemico ideale per i qaedisti. La discussione è rimasta molto al margine della campagna, dominata dai temi economici. Ma proprio i conti in rosso hanno fornito munizioni alla propaganda estremista. I qaedisti si sono presi il merito del crollo di Wall Street, presentato come la conseguenza delle campagne militari lanciate da Bush in Afghanistan e in Iraq. Esagerazioni verbali che risentono però principi più volte enunciati da Bin Laden e Ayman al-Zawahiri. Non oggi, ma da anni.

PRETESTO - Il nostro obiettivo – hanno dichiarato all’infinito – è quello di determinare una devastante crisi economica nel campo crociato. Primo hanno colpito un simbolo del capitalismo – le Torri Gemelle a Wall Street -, poi hanno attirato le forze occidentali in una trappola senza fine. E alcuni di loro sperano che l’impegno militare continui il più possibile. Per questo vedono con favore la vittoria di McCain. All’opposto se vincesse Obama e procedesse – come enunciato – a un rapido ritiro dall’Iraq, possiamo essere sicuri che i qaedisti, nonostante abbiano patito colpi devastanti, direbbero di essere riusciti a mettere in fuga gli americani. Se è vero che la politica di Bush, nel lungo termine, si è rivelata controproducente, va ricordato che i terroristi hanno scatenato la loro guerra non l’11 settembre 2001, ma in piena amministrazione democratica. Chi vuole mettere bombe trova sempre un pretesto.

TRATTO DA : il Corriere della Sera


10 22/10/2008 .....
cry 
ITALY


Oggi è uno di quei giorni in cui le parole non hanno nessun sapore .... anzi lasciano solo tanta , tanta , amarezza !!


LA VITA E '.......................





9 22/10/2008 In Memoria
Gesualdino 
ITALY


Una Scritta , un Segno , in memoria di chi tragicamente ha concluso la propria vita contro quel maledetto muro è il minimo che Gesualdo può fare ! Perchè senza mettere la testa sotto la sabbia .... nessuno mai dimenticherà che su quel muretto Sabato 18/10/2008 pochi minuti prima della mezzanotte , un ragazzo di 15 anni ha spento tutti i sogni....
Ciao Giuseppe ....


8 20/10/2008 profesora de educacion
margarita gesualdo 
Invia un email a %s Visita il sito web
UNITED STATES


I was born in the Dominican Republic to Ramon Gesualdo. His father was Francisco Gesualdo married to Angelica Flores. They had seven children, six boys and one girl (rosamaria gesualdo). All the sons have died. Rosamaria is the only child left.
I want to know more about my grandfather Francisco Gesualdo. My father was very proud of his heritage. I knew both my grandparents, but they died when I came to the United States in the 1960;s.


7 20/10/2008 CIAO.....PICCOLO AMICO
...CIAO... 
ITALY


CIAO GIUSEPPE ..... C'E' TANTO TANTO SCONFORTO ED AMAREZZA ....OGNI VOLTA CHE PASSO DAVANTI A QUEL MURETTO !!!
IN MODO TRISTE RESTERAI SEMPRE CON NOI....



6 20/10/2008 Strana Italia
italiano... 
ITALY


Strana Italia ...l'Italia della contraddizione,l'Italia della rassegnazione....l'Italia che non va !
Risparmiare è bello....Scuola, Sanità ....eppure si è sempre detto che le cose buone si pagano.
Maestro Unico e tante materie , Sanità alla mercè dei privati ed AFFOSSAMENTO generale del PUBBLICO !!
I FANNULLONI....caro ministro stai facendo una giusta battaglia ma hai iniziato dalla rovescia !
Rifiuti....toglierli dalle strade di chi non rispetta neppure se stesso ed inviarli da chi è virtuoso ed educato !!

Politica dell' out out ....ARMATO

Incomprensibili servizi .

Scuola : chiusura di migliaia di istituti e plessi ! Anche Gesualdo ha entrambe le scuole con una popolazione studentesca minore di 500 alunni ognuna !..... Questo è sostenere le famiglie .....

Raccolta diferenziata : dove sta ?dicevano che commissariavano i comuni...ma dove ?

Sanità :non si può permettere a persone non specializzate nel settore sanitario (dato che per essere infermieri 3 anni di università e medici minimo 5 anni) di poter operarare in casi di emergenza ,dove è tutto più complicato e delicato , solo per RISPARMIARE DENARO ,vedi 118 , dopo poverini nonostante la buonà volontà non sanno dove mettere le mani . (Ma purtroppo è meglio che non le usino le mani...)VOLONTARIATO si ...MA SPECIALIZZATI ... non si può pensare che alcune ore diano una preparazione adeguata , maggiormente in caso di emergenza !!! SE sono pochi i MEDICI e gli INFERMIERI , togliamo il numero chiuso...Chi non è OPERATORE SANITARIO QUALIFICATO E SPECIALIZZATO ,può fare anche assistenza agli anziani , disabili e degenti....ma non al 118
LA VITA E' SACRA ED UNICA .... NON C'E' RITORNO DALL'ERRORE E DALLA APPROSSIMAZIONE!!.....AVETE VISTO "CRIMINI BIANCHI" sulla MEDIASET ?!

Università e ricerca : qua sfondiamo un muro aperto ..... in Italia non si fa ricerca e quella poco che si fa con GRANDI RISULTATI è mal pagata sostenuta ed incentivata. In Italia ci sono il fior fiore delle menti, ma sono costrette ad emigrare !

Baronati : Farmacie e Medici di Famiglia , ma quando si liberalizzano questi settori....Iniziamo da qui a fare qualche RIFORMA SERIA SIGNOR BRUNETTA !!

Crisi finanziaria : lo stato regala ed investe le nostre tasse in chi ha causato questa crisi...cioè le BANCHE , i banchieri e gli speculatori ?! Ma siamo all'assurdo ?!

Ma dove viviamo ?!
GO OBAMA GO.....



5 19/10/2008 ....
...amico... 
ITALY





4 18/10/2008 Carlo Gesualdo conquista Reggio Calabria
admin 
Invia un email a %s Visita il sito web
ITALY


Sua eccellenza il principe Carlo Gesualdo, foscolianamente vivo per la sua geniale produzione musicale, sarà ospite a Reggio Calabria venerdì e sabato in un convegno di studi musicali su: "Nuove vie dell'Analisi Musicale fra storia, scienza e teoria applicata (17-18 Ottobre 2008), Conservatorio di Musica " F. Cilea" di Reggio Calabria. Il prof. Andrea Calabrese del Conservatorio 'Francesco Cilea' che tratterà sullo "Stile mediantico, nucleopoli e simmetrie strutturali nei Madrigali di Gesualdo da Venosa" con una sua relazione, ha invitato il sito www.carlogesualdo.altervista.org a fornire altro materiale, alla sua persona, relativo allo straordinario compositore. Infatti dice il professore nella sua missiva al sito "La mia posizione in merito corrisponde musicalmente, per quanto mi è dato capire, a quella presente sul vostro sito, in particolare riguardo le 'fantasie della musicologia contemporanea'." E continua ancora: "Uno degli scopi che mi prefiggo nella relazione (che sarà poi pubblicata insieme agli atti del Convegno) è quello di separare le note biografiche di Gesualdo dalla sua musica. In altri termini, non condivido l'opinione di coloro che vedono nel cromatismo esasperato dell'Autore un riflesso della sua vita disordinata e del suo carattere sanguigno e/o malinconico (i critici non si mettono d'accordo neppure su questo). Cerco quindi di esaminare le opere di Gesualdo dal punto di vista esclusivamente musicale, e ritengo di aver individuato alcuni precisi procedimenti che anticipano di 300 anni la storia della musica." Al convegno daranno voce studiosi provenienti un po' da tutta l'italia meridionale secondo il programma come segue:




Nuove Vie dell'Analisi Musicale

FRA STORIA, SCIENZA E TEORIA APPLICATA

17-18 Ottobre 2008

Conservatorio di Musica "F. Cilea" di Reggio Calabria

PROGRAMMA DEI LAVORI

17 Ottobre

Mattina 9,30-13,00

Presiede Lucia Petitti

9,30 – Accoglienza e apertura lavori. Indirizzo di saluto del Direttore del

Conservatorio M° Antonino Sorgonà

10,00 – Alessio Di Benedetto (Conservatorio 'Umberto Giordano' –

Foggia): "Tonicalità, dualismo e polarismo nella nuova teoria

dell'Harmonia"

11,00 – Francesco Romano (Conservatorio 'Francesco Cilea' – Reggio

Calabria): "Analisi musicale e umana esperienza"

12,00 – Dibattito

Pomeriggio 15,00-18,30

Presiede Alessio Di Benedetto

15,00 – Filippo D'Eliso (Conservatorio 'S.Pietro a Maiella' – Napoli):

"Reticoli e mascheramenti sonori": aspetti analitici e compositivi della

teoria nucleopolare.

16,00 – Domenico Giannetta (compositore – Palmi): "Fra modalità e

tonalità nelle epoche di transizione"

17,00 – Lucia Petitti (musicologa – Foggia): Bibliografia

17,30 – Dibattito

18 Ottobre

Mattina 10,00-13,00

Presiede Francesco Romano

10,00 – Andrea Calabrese (Conservatorio ‘Francesco Cilea’ – Reggio
Calabria): “Stile mediantico, nucleopoli e simmetrie strutturali nei
Madrigali di Gesualdo da Venosa”


11,00 – Mario Guido Scappucci (Conservatorio 'Francesco Cilea' – Reggio

Calabria): "Tra musicus e cantor: analisi e composizione"

12,00 – Dibattito

Pomeriggio 15,00-18,30

Presiede Sabrina Pezone

15,00 – Alessio Di Benedetto: "L'Accordo del Tristano e la crisi della

teoria dell'Harmonia".

16,00 – Sabrina Pezone (musicologa – Napoli): "Appunti su Sigfrid Karg-

Elert"

16,30 – Momento musicale: Siegfrid Karg-Elert: Sonata n. 3 op. 105

'Patetica' per pianoforte. Pianista: Andrea Calabrese

17,00 – Tavola rotonda e dibattito conclusivo

Comitato scientifico

Alessio Di Benedetto (presidente), Andrea Calabrese, Francesco Romano

Lo Stesso articolo,inviato dal sito, è apparso troncato sul sito di IRPINIANEWS !


3 17/10/2008 Famiglia Gesualdo - Informazioni
Info 
Invia un email a %s Visita il sito web
ITALY


Ciao , Gesualdo è un cognome di origine Longobarda . Diffuso inizialmente , prevalentemente al sud . Alcuni celebri personaggi con questo cognome sono :
Capostipite fu Guglielmo, signore e conte di Gesualdo (AV), figlio naturale di Ruggero duca di Puglia, il quale procreò legittimamente altro Guglielmo .
Luigi Gesualdo nel 1269 fu nominato siniscalco di re Carlo I d'Angiò.
Nel 1452 i Gesualdo divennero conti di Conza, nel 1480 vestirono l'abito dell'Ordine di Malta e nel 1561 furono decorati principi di Venosa da Filippo II d'Asburgo-Spagna.
La famiglia fu ascritta al Patriziato napoletano del Seggio di Nilo.
Carlo Gesualdo, principe di Venosa, nacque nel 1566 da Fabrizio II e Geronima Borromeo, sorella di San Carlo Borromeo.
A lui si ispireranno le opere di Wagner e di Stravinsky e a Napoli nel Conservatorio di S. Pietro a Majella esiste un busto a ricordo perenne del suo genio musicale.

Nel 1704 Domenico Gesualdo fu decorato col titolo di principe di Gesualdo e sette anni dopo col titolo di marchese di Santo Stefano.
Numerose sono le testimonianze lasciate dai Gesualdo a Napoli: nella chiesa di Santa Maria della Rotonda vi è il sepolcro di Giovannella Gesualdo (†1480), a S. Martino vi è il monumento funebre di Carlo Gesualdo (†1523), nella Basilica di S. Domenico Maggiore vi è la cappella di Michele Gesualdo (anno 1494), sulla lastra tombale vi è il seguente epitaffio:

Infine nel Duomo di Napoli vi è il sepolcro di Alfonso Gesualdo, arcivescovo di Napoli (1601).

La diffusione oggi in Italia è la seguente :

Diffusione in Italia


2 17/10/2008 pertenesco a lafamilia gesualdo
ruth gesualdo 
Invia un email a %s
DOMINICAN REPUBLIC


me gustaria obtener informacion de la familia de mi padre


1 10/1/2004 Benvenuti
Webmaster 
Visita il sito web
Italia


Benvenuti nel Guestbook del sito !!


Note del webmaster: Puoi lasciare qui un messaggio del tuo passaggio nel sito . Non è necessaria la Registrazione.
ACCESSO LIBERO


« 1 2 3 4 (5)

Gesualdo Italia Barra